Il pesce azzurro salva vite e Pianeta: 750mila decessi all’anno evitati se fosse scelto al posto della carne rossa

0
100
Fresh mackerel fish on paper with lemon, salt, olive oil, garlic, parsley and pepper. Top view

In un mondo sempre più attento alla salute e alla sostenibilità ambientale, la scelta di ciò che mettiamo nel nostro piatto assume un’importanza cruciale. Negli ultimi anni, numerosi studi hanno evidenziato i benefici di un’alimentazione ricca di pesce, in particolare di specie come aringhe, sardine e acciughe, comunemente noti come “pesce azzurro”. Un nuovo studio, pubblicato sulla rivista BMJ Global Health, ha quantificato in modo dettagliato l’impatto positivo che sostituire la carne rossa con il pesce azzurro potrebbe avere sulla salute umana e sull’ambiente.

Sezione 1: Un’alternativa salutare alla carne rossa Il consumo eccessivo di carne rossa, soprattutto di salumi, carne bovina e ovina, è stato collegato a un rischio maggiore di sviluppare malattie cardiovascolari, diabete e alcuni tipi di cancro. Al contrario, il pesce azzurro è ricco di omega-3 a catena lunga, acidi grassi polinsaturi noti per le loro proprietà preventive contro le malattie coronariche. Secondo lo studio condotto dai ricercatori giapponesi e australiani, sostituire la carne rossa con il pesce azzurro potrebbe evitare ben 750.000 decessi all’anno su scala globale.

Sezione 2: Un impatto ambientale ridotto Oltre ai benefici per la salute, il consumo di pesce azzurro rappresenta una scelta più sostenibile dal punto di vista ambientale. Gli allevamenti animali contribuiscono per almeno il 14% alle emissioni di gas serra, mentre il pesce azzurro, abbondante nel Mediterraneo, ha un impatto di carbonio notevolmente inferiore. Nutrirsi di aringhe, sardine e acciughe è quindi più rispettoso del pianeta rispetto al consumo di carne, in particolare di filetto di vitello.

Sezione 3: Meno contaminanti, più micronutrienti Un altro vantaggio del pesce azzurro è rappresentato dai livelli inferiori di contaminanti rispetto ai pesci di grossa taglia, come il salmone e il tonno, che tendono ad accumulare maggiori quantità di mercurio. Inoltre, le piccole specie ittiche sono ricche di micronutrienti essenziali. Le sardine, ad esempio, garantiscono un ottimo apporto di ferro eme, simile a quello della bistecca. Una decina di alici copre quasi un quarto del fabbisogno giornaliero di calcio, mentre una porzione di sgombro riesce a soddisfare le necessità quotidiane di vitamina B12. Tutti i pesci azzurri sono anche abbondanti fonti di zinco, minerale indispensabile per il buon funzionamento del sistema immunitario.

Conclusione: Lo studio pubblicato su BMJ Global Health rappresenta un’importante chiamata all’azione per promuovere un’alimentazione più sana e sostenibile. Sostituire la carne rossa con il pesce azzurro offre numerosi vantaggi per la salute, contribuendo a prevenire malattie gravi e riducendo l’impatto ambientale della nostra dieta. Inoltre, le piccole specie ittiche sono una fonte preziosa di micronutrienti essenziali. È giunto il momento di dare maggiore spazio alle aringhe, alle sardine e alle acciughe nei nostri piatti, per il bene nostro e del pianeta.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here