“Wood Architecture Prize 2024: I 12 Progetti Finalisti Rivoluzionano l’Edilizia in Legno in Italia”

0
50

L’edilizia italiana si sta trasformando, abbracciando non solo residenze tradizionali, ma anche spazi collettivi e innovativi. Questi immobili ospitano una vasta gamma di funzioni, tra cui campus universitari, servizi terapeutici, e ricettività turistica di nuova generazione. Dall’estremo Nord al profondo Sud, la cultura del costruire in legno sta non solo crescendo numericamente ma anche in termini di qualità progettuale e varietà di utilizzi.

La seconda edizione del Wood Architecture Prize, il prestigioso premio nazionale, ha selezionato 12 finalisti su 80 candidature. Questo riconoscimento, promosso dalla Fiera Bolzano Klimahouse insieme al Politecnico di Torino, l’Università Iuav di Venezia e PEFC Italia, premierà progetti nelle categorie privata, pubblica e temporanea il prossimo 1° febbraio durante la Klimahouse.

Manuel Benedikter, capo dello studio omonimo e presidente della giuria, ha sottolineato l’importanza di progetti costruttivi legati al legno che rispettino gli standard internazionali di sostenibilità ambientale. La giuria, composta da esperti come l’architetto Sandy Attia dello Studio MoDus Architects e il professor Guido Callegari del Politecnico di Torino, ha scelto progetti esemplari che fungono da modelli per il presente e il futuro.

La prossima edizione di Klimahouse, intitolata “Build the futures”, riflette sulle direzioni future dell’edilizia. Con la presenza di Fabio Millevoi, presidente di Ance Friuli Venezia Giulia e futurista, l’evento si focalizzerà sull’importanza di fare scelte consapevoli oggi per plasmare il domani.

La fiera Klimahouse non si limita alla premiazione: ospiterà anche il Klimahouse Future Hub, una vetrina per diciassette innovative startup selezionate in collaborazione con il PoliHub di Milano. Inoltre, il Klimahouse Congress offrirà un’occasione imperdibile per discutere di energie e materiali rinnovabili l’1 e il 2 febbraio a Bolzano.

L’impegno per un’edilizia sostenibile non si ferma alla fiera, con l’annuncio della partnership per un master in “Wood Architecture” con la YACademy di Bologna, previsto tra marzo e maggio 2024. La Fiera Bolzano si conferma quindi come piattaforma non solo per soluzioni aziendali ma anche per un ecosistema che promuove la costruzione sostenibile.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here