Monologue Art Museum: Un’oasi di quiete a Beidaihe

Un rifugio per l'arte e la contemplazione nel cuore di una vivace località balneare

0
41
Concepito dall’architetto Yu Ting di Wutopia Lab su ispirazione della pittura tradizionale cinese, il Monologue Art Museum di Beidaihe racchiude più volumi in un etereo recinto triangolare. Qui si gode l’arte e si sperimenta la pace, immersi nel silenzio

Il muro di cinta del complesso, realizzato con mattoni di calcestruzzo rinforzato con fibra di vetro (GRC), è lungo 150 metri e alto cinque. (ph CreatAR)

Il Monologue Art Museum di Beidaihe, in Cina, rappresenta un’oasi di pace e tranquillità in un contesto turistico vivace. Progettato dallo studio Wutopia Lab su ispirazione della pittura tradizionale cinese, il museo si presenta come un complesso di volumi monolitici racchiusi in un etereo recinto triangolare. Un’architettura suggestiva che invita alla contemplazione e alla fruizione dell’arte in un ambiente silenzioso e raccolto.

Un’architettura ispirata alla pittura cinese

L’architetto Yu Ting, traendo ispirazione dalla fluidità e dalla varietà dei pennelli della pittura tradizionale cinese, ha concepito il Monologue Art Museum come un rotolo di carta bianco sul quale tracciare i propri segni volumetrici. Il perimetro triangolare del museo, sinuoso e mutevole, richiama l’idea di un tratto di inchiostro che si espande nello spazio.

Un percorso esperienziale tra arte, silenzio e natura

Il museo si articola in una serie di spazi distinti, ognuno dei quali offre un’esperienza unica ai visitatori. Il piccolo teatro ovale, con il suo oculo sulla copertura che incornicia il cielo, accoglie performance artistiche in un’atmosfera intima e suggestiva. La scuola di danza, una rigorosa scatola di vetro opalescente, isola i performer dal mondo esterno creando un ambiente di concentrazione assoluta. La torre di vetro cilindrica, con le sue sfumature di colore in trasparenza, ospita su due livelli le sale per lo yoga, favorendo il benessere e la connessione con il proprio corpo.

Un cortile zen come cuore del museo

Al centro del Monologue Art Museum si trova un ampio cortile interno, una superficie scura ricoperta da una sottile lama d’acqua. Una corrente di “acqua su acqua” si arriccia in forma di spirale prima di sfociare nel mare, creando un effetto visivo ipnotico e rilassante. L’opacità scura del cortile, contrapposta al candore degli edifici del museo, amplifica la sensazione di quiete e di isolamento dal mondo esterno.

Un’esperienza artistica immersiva

Il Monologue Art Museum non è solo uno spazio espositivo, ma un’opera d’arte a sé stante. L’architettura, il design e l’ambientazione creano un’atmosfera unica che favorisce l’immersione totale nell’esperienza artistica. I visitatori sono invitati a rallentare, a staccare la spina dal caos quotidiano e a lasciarsi avvolgere dalla bellezza dell’arte e dalla quiete del luogo.

Informazioni utili:

  • Indirizzo: Seatopia Park, Beidaihe, Qinhuangdao, Cina
  • Sito web: https://archello.com/project/monologue-art-museum
  • Orari di apertura: 10:00-18:00, chiuso il lunedì
  • Biglietti: ¥50 (circa €7)
  • Come arrivare: In treno dalla stazione di Qinhuangdao, in autobus o in taxi

Se siete alla ricerca di un’esperienza artistica unica e indimenticabile, il Monologue Art Museum di Beidaihe è il luogo ideale per voi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here