Ondate di calore: come l’afa estiva mette a rischio la nostra salute e cosa fare per difenderci

0
87

L’estate si avvicina e con essa torna l’incubo delle ondate di calore, periodi prolungati di temperature elevate che possono avere gravi conseguenze sulla salute, soprattutto per i soggetti più fragili.

In questo articolo, approfondiremo gli effetti delle ondate di calore sulla salute e forniremo consigli pratici su come difenderci per trascorrere l’estate in modo sicuro e sereno.

Cosa sono le ondate di calore e perché sono pericolose?

Un’ondata di calore si verifica quando le temperature massime superano la media stagionale per un periodo di almeno tre giorni consecutivi. Le temperature minime notturne rimangono generalmente alte, ostacolando il normale recupero termico del corpo.

Questo fenomeno climatico estremo può avere gravi conseguenze sulla salute, soprattutto per i seguenti gruppi di persone a rischio:

  • Anziani
  • Bambini
  • Persone con malattie croniche
  • Persone che assumono farmaci
  • Senzatetto

Quali sono gli effetti delle ondate di calore sulla salute?

L’esposizione prolungata a temperature elevate può causare una serie di problemi di salute, tra cui:

  • Disidratazione: la perdita di liquidi attraverso la sudorazione può portare a disidratazione, che può manifestarsi con sete intensa, bocca secca, stanchezza, vertigini, mal di testa e, nei casi più gravi, convulsioni e coma.
  • Crampi muscolari: la disidratazione e la perdita di sali minerali possono causare crampi muscolari, soprattutto alle gambe.
  • Scollamento cutaneo: l’eccessiva sudorazione può causare lo scollamento della cute, soprattutto nei neonati e nei bambini piccoli.
  • Esaurimento da caldo: si tratta di una condizione più grave della disidratazione, che può manifestarsi con debolezza, vertigini, mal di testa, nausea e vomito.
  • Colpo di calore: è la complicanza più grave legata alle ondate di calore, con un tasso di mortalità che può raggiungere il 70%. I sintomi del colpo di calore includono temperatura corporea superiore a 40°C, pelle secca e calda, polso accelerato, respiro affannoso, confusione e convulsioni.

Come difendersi dalle ondate di calore

Per proteggersi dagli effetti negativi delle ondate di calore, è importante seguire alcuni consigli pratici:

  • Rimanere idratati: bere acqua e bevande fresche regolarmente, anche se non si ha sete. Evitare alcol e bevande zuccherate.
  • Evitare l’esposizione al sole: limitare l’attività all’aperto nelle ore più calde della giornata (tra le 10:00 e le 18:00) e indossare abbigliamento leggero e di colore chiaro.
  • Rinfrescare l’ambiente: utilizzare condizionatori, ventilatori e tende per mantenere la casa fresca. Fare docce frequenti e bagni freddi.
  • Mangiare cibi leggeri: preferire frutta e verdura fresche, che aiutano a mantenere l’idratazione. Evitare cibi pesanti e grassi.
  • Controllare le persone a rischio: prestare particolare attenzione a anziani, bambini e persone malate, aiutandoli a seguire le precauzioni necessarie.

Cosa fare in caso di colpo di calore

In caso di sospetto colpo di calore, è importante agire tempestivamente chiamando il 112 e seguendo le istruzioni del personale medico.

In attesa dei soccorsi, è possibile:

  • Spostare la persona in un luogo fresco e ombrato
  • Rinfrescare il corpo con acqua tiepida o ghiaccio
  • Somministrare acqua o bevande fresche se la persona è cosciente
  • Non somministrare farmaci senza il parere del medico

Conclusione

Le ondate di calore rappresentano un rischio per la salute pubblica che non va sottovalut

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here